La lista dei desideri essenziale per gli amanti di Lione

Lì dove confluiscono il fiume Saona e il Rodano, nei pressi delle Alpi, della Svizzera e dell’Italia, si trova Lione, un vasto crocevia e un punto di incontro europeo da tempo immemore.

Antica capitale della Gallia durante l’Impero romano, città mercantile del Rinascimento, Lione deve la sua crescita iniziale e la sua prosperità al commercio della seta e, successivamente, all’industria tessile che oggi rappresenta un parte importante della sua identità culturale.

Per gli amanti del cibo?

Non solo Lione è una terra di infinita ricchezza, ma è anche la capitale mondiale della gastronomia.

Tutti gli amanti del cibo assaporeranno le specialità di Lione che si possono trovare nei “Les Bouchons”, i ristorantini tipici della regione. Qui potrai scoprire piatti locali come il “Cervelas”, la “Rosette” e il “Paté en croute”. Nei ristoranti della città lavorano molti chef Michelin che vogliono stupirti con le loro ricette audaci che vengono reinventate ogni giorno.

Possiamo anche degustare il vino di Beaujolais, Côtes du Rhône e Bugey che richiamano le nostre papille gustative a ogni angolo della strada!

Il distretto

Gli appartamenti di Staycity a Lione si trovano nel 7° distretto, a 2 km dalla stazione ferroviaria Part-Dieu, nel centro del quartiere universitario.

Ben servito dai mezzi pubblici (tram, metropolitana, autobus, funicolare…), in questo distretto c’è tutto ciò che cerchi. La proprietà è anche a due passi da Parc Blandan, dove è possibile riposare al sole per un pisolino alla fine della giornata mentre i bambini giocano.

Vuoi andare in un ristorante nelle vicinanze? C’è un ottimo locale a soli 700 metri di distanza, “Le Bistrot des Maquignons”. Nei giorni di sole, la terrazza è il luogo ideale per pranzare all’aperto. Il cibo è delizioso, la carta dei vini è ricca e varia e riceverai un caloroso benvenuto.

Alla scoperta di Lione

Nota: la Lyon City Card offre accesso illimitato a tutti i mezzi pubblici, 22 musei, visite guidate al laboratorio di seta e una crociera sul fiume Saona. Clicca qui per maggiori dettagli.

Per gli amanti della storia?

Possiamo partire tuffandoci nella città originaria, sulla collina di Fourvière… e andare lì con la funicolare.

Troverai il museo gallo-romano, situato al confine di un sito archeologico. Riunisce tutte le scoperte fatte nella Lione antica, nell’area circostante e in molti altri luoghi. Ti fornirà anche gli elementi chiave per scoprire le rovine antiche nelle vicinanze:

il teatro, uno dei più grandi e più antichi della Gallia, potrebbe ospitare quasi 10.000 persone;

l’Odeon, un piccolo teatro dedicato alla musica, costruito intorno al 100 d.C.

Da lì ci sono più opzioni:

possiamo camminare fino alla basilica di Fourvière, che offre una vista mozzafiato sulla città, o addirittura salire ancora un po’ e provare l’arrampicata sugli alberi nel parco per un po’ di sport.

Non si può parlare della storia di Lione senza menzionare i “Canuts”, i tessitori di seta, e i “Traboules”, i passaggi pedonali coperti che essi percorrevano. Gli ingressi sono spesso piccoli perché venivano usati solo dai lavoratori che dovevano andare da un edificio all’altro senza passare per la strada.

Sono una caratteristica architettonica sorprendente e affascinante del distretto di Saint Jean (città vecchia) e Croix-Rousse. Sono disponibili numerose escursioni qui. È anche possibile scaricare un’app qui per aiutarci a scoprire questi “Traboules”.

Per saperne di più sulla storia della seta, vai a “La Maison des Canuts” a La Croix-Rousse, dove vedrai la tecnica, la creatività e la comunità dell’antico commercio della seta di Lione(ben 5 secoli). Qui vedrai edifici insolitamente alti che sono stati progettati per ospitare i grandi telai.

Nel distretto di Croix-Rousse, che sembra un villaggio, riecheggia un’atmosfera alla moda e bohémienne. Qui troverai diversi ristorantini, mercatini, botteghe artigianali e un posto piacevole dove poter bere qualcosa: noi ti consigliamo “le Bistrot fait sa broc” alla Rue Dumenge 3.

Una passeggiata nella città vecchia?

Saint Jean è il più grande distretto rinascimentale del mondo dopo Venezia ed è stato dichiarato patrimonio mondiale. Luogo famoso per i turisti, a noi piace la sua atmosfera e il perderci per le sue vie. Il modo migliore per vedere Saint Jean? La visita guidata.

Per i bambini (piccoli e adolescenti!) non puoi perderti il museo di Gadagne. Situato in una bellissima casa rinascimentale, un’area è dedicata alla storia della città e l’altra ai burattini. “Guignol” è il personaggio principale e un eroe popolare locale, qui scopriamo la storia dei burattini in Francia, Europa, Asia e Africa. Il museo offre spettacoli e anche seminari per imparare a essere un buon burattinaio.

Museo di Gadagne a Lione

Lungo il fiume

La domenica mattina ci piace passeggiare lungo il molo di Saint

Antoine verso il molo di Célestins, passando per il mercato prima di andare al mercato del pesce e dei libri.

Il museo delle Confluenze si trova a sud del Presqu’île di Lione, in un edificio ultra moderno. Qui troviamo collezioni di storia naturale, antropologia, società e civiltà che lo rendono un luogo unico che raccoglie tesori sconfinati. Da vedere assolutamente…

E questo è solo l’inizio!

Hortense Desprez è nata a Parigi, dove ha vissuto per molti anni prima di scoprire altre regioni del suo Paese. Desiderosa di viaggiare, ha vissuto in Belgio per alcuni anni con la sua famiglia, per poi trasferirsi in Andalusia e stabilirsi recentemente in Normandia, dove recupera oggetti d’antiquariato per eventi speciali. È spesso a caccia di oggetti d’antiquariato e scova regolarmente luoghi che ama condividere.